Anestesiologia e Sedazione

Anestesiologia e SedazioneLa sedazione cosciente endovenosa ha mutato molto l’approccio nell’ambito anestesiologico nel corso di impegnative sedute odontoiatriche grazie alle proprietà farmacologiche ipnotiche.
Con questa tecnica si riesce ad eliminare l’aspetto legato al dolore e il suo “ricordo” potenzialmente presente in corso di determinate terapie senza la necessità di dover addormentare il paziente; quest’ultimo anzi resta cosciente e collaborante con il medico durante le cure.

La sedazione cosciente per via gastrointestinale. Con questa tecnica si utilizzano farmaci a bassa posologia disponibili nel commercio: possono essere utilizzati per indurre il sonno la notte precedente l’intervento. La via gastrointestinale viene impiegata frequentemente nella presedazione.

La sedazione cosciente endovenosa. La sedazione cosciente endovenosa consiste nella titolazione di un solo farmaco su un end-point ansiolitico, allo scopo di indurre uno stato di tranquillità soggettiva parziale o totale. L’effetto delle dosi d’induzione dovrebbero essere sufficienti ad evitare la somministrazione di dosi aggiuntive durante l’intervento. La somministrazione in perfusione venosa continua può essere effettuata solo in specifiche circostanze. Questa tecnica deve essere eseguita da professionisti esperti e dopo aver frequentato corsi specifici e dedicati all’insegnamento di questa tecnica.